Arriva il bonus seggiolini auto?

di | 19 febbraio 2019

Come è ormai noto, il governo ha liquidato il provvedimento che obbliga gli automobilisti con figli piccoli a dotarsi di seggiolini anti-abbandono. Un obbligo che è la diretta conseguenza dei tanti episodi che negli ultimi anni hanno visto purtroppo coinvolti i piccoli lasciati soli dai genitori nell’auto.
Proprio questa decisione, però, potrebbe aprire la strada ad un nuovo bonus, teso proprio a favorire l’acquisto di seggiolini, un accessorio che nonostante le normative esistenti è praticamente ignorato da moltissimi italiani, stando alle statistiche disponibili. Andiamo quindi a vedere più nel dettaglio di cosa si tratti.

Bonus seggiolini: il 2019 potrebbe portare novità

Il bonus per l’acquisto di seggiolini potrebbe arrivare dal 2019 stabilendo un collegamento con l’obbligo di dotarsi di dispositivi anti abbandono per il trasporto dei bambini in auto. L’approvazione del decreto da parte di MEF e Ministero dei Trasporti si dovrebbe infatti saldare con l’introduzione di agevolazioni per le famiglie che, ove il proposito avesse esito positivo, potrebbero essere inserite nella Legge di Bilancio 2019.
Si tratta con tutta evidenza di un modo di compensare almeno in parte la nuova spesa prevista per le famiglie italiane che, al massimo entro il mese di luglio 2019, dovranno dotarsi di seggiolini anti abbandono, con un costo stimato intorno ai 4-500 euro.
Una eventualità che ha già suscitato le preoccupazioni del Codacons, che proprio al fine di evitare speculazioni ha avanzato la proposta di concedere a titolo gratuito i nuovi seggiolini obbligatori dal 2019. Va peraltro sottolineato come la stessa associazione abbia precisato di essere favorevole a misure tese ad evitare incidenti che abbiano conseguenze gravi per i piccoli in auto, considerato come nel corso dell’ultimo decennio otto bambini siano morti in sinistri che li hanno visti coinvolti, ma che al contempo proprio l’obbligatorietà della misura debba prevedere meccanismi di compensazione per le famiglie interessate.
La cifra su cui si starebbe ragionando in ambito governativo è di 200 euro, e il bonus dovrebbe avere una durata limitata ad un solo anno, almeno in base ai rumors di queste ore.
Naturalmente si tratta di un tema molto delicato e sul quale le discussioni prevedibilmente proseguiranno nei prossimi mesi. Chi comunque voglia rendersi conto dei prodotti presenti in commercio può cercare informazioni sul web, ove sono presenti molti siti in grado di affrontare in maniera organica la materia. Siti i quali sono frequentati da un numero sempre maggiore di consumatori alla ricerca del metodo migliore per poter conseguire risparmi senza dover sacrificare la qualità.