Il seggiolone va bene, a patto di usarlo con giudizio

di | 20 febbraio 2019

C’è un dato che terrorizza molti neo genitori, quello relativo al fatto che ogni 30 secondi nel mondo muore un bambino vittima di incidente non intenzionale. Una vera e propria strage i cui contorni sono resi ancora più inquietanti dal fatto che per ogni morte si verificano 4 casi di invalidità permanente, 27 ricoveri e molti altri problemi che costringono comunque i piccoli a perdere ore di scuola e i genitori a dover disertare il lavoro.
I dati sono sono tati resi noti nel corso di svariati convegni organizzati proprio per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli cui sono sottoposti ogni giorno i più piccoli. E per quanto riguarda il nostro Paese, sono altrettanto crudi, se si pensa che gli incidenti sono la principale causa di morte e di disabilità in età evolutiva una volta trascorso il primo anno di vita. Se la maggior parte di quelli con esito mortale nell’infanzia (circa il 50% del totale) avviene sulla strada, le stime elaborate da SINIACA rivelano come ogni anno gli incidenti domestici vadano a coinvolgere molti bambini provocando il decesso di circa 100 di loro.

Il seggiolone: occorre fare molta attenzione

Tra le cause degli incidenti domestici che vedono coinvolti i più piccoli, una delle più frequenti è la caduta dal seggiolone. Può in effetti sembrare strano, ma i movimenti frenetici e scomposti dei piccoli utenti possono provocarne la caduta che può rivelarsi abbastanza grave, se l’altezza è elevata. Proprio per questo motivo sono sempre di più gli esperti che consigliano ai genitori di non dare per scontato che mettendo il figlio nel seggiolone esso non corra pericoli. Anzi, è proprio il contrario e il modo migliore per evitare conseguenze di largo raggio è proprio quello di continuare a sorvegliare il piccolo anche quando sia stato posizionato all’interno del seggiolone, soprattutto ove esso si trovi all’interno della cucina, ove i pericoli si infittiscono, tra spigoli e fornelli. La prima precauzione in tal senso è proprio quella rappresentata dalla cintura di sicurezza, che può perlomeno impedire che il bambino si arrampichi o dia luogo a comportamenti pericolosi per la sua incolumità.
Considerata la grande varietà di seggioloni che si possono reperire in commercio, diventa molto importante cercare di assumere informazioni in grado di aiutare in sede di scelta i genitori. Il web può aiutare notevolmente in tal senso, grazie ai numerosi siti che propongono una panoramica di modelli e occasioni da non perdere. Come fa ad esempio seggiolonemigliore.it, che si propone espressamente come guida all’acquisto per chi abbia ancora dubbi e voglia operare un acquisto tale da risultare un investimento.