Sdraiette per bambini: sono realmente sicure?

di | 22 febbraio 2019

I prodotti per l’infanzia sono naturalmente valutati con molta attenzione dai consumatori, proprio in considerazione della loro particolare funzione. Un esame che riguarda non solo l’effettiva qualità, ma anche la loro predisposizione alla sicurezza, un aspetto altrettanto fondamentale proprio perché si tratta di prodotti rivolti ai più piccoli.
Anche per quanto concerne le sdraiette, quindi, molti neo genitori si chiedono se dal punto di vista della sicurezza siano in grado di rilasciare tranquillità o se sia invece il caso di valutare altre strade. Andiamo a vedere più nel dettaglio.

Sdraiette: la sicurezza innanzi tutto

Le sdraiette, note anche come Instant Seat, hanno il compito di accogliere il corpo del bambino in modo da contenerlo e garantire che la colonna vertebrale (compreso il collo) sia allineata nel modo migliore. Il suo uso inizia sin dalle prime settimane di vita del piccolo, magari utilizzando un riduttore nel caso in cui il bambino sia molto piccolo. La posizione semi-seduta che può assumere all’interno del dispositivo consente al neonato di osservare quanto gli accade intorno, possibilità invece preclusa dalla carrozzina o dal lettino. L’utilizzo termina intorno ai cinque mesi di vita, quando i movimenti del piccolo utente iniziano ad assumere una energia tale da da farla capovolgere o piegare di lato. Da questo momento diventa più indicato il seggiolone, proprio perché ormai il corpo del bambino inizia a crescere in maniera notevole.
Secondo gli esperti, la sdraietta non ha controindicazioni in termini di sicurezza, se non quelle riguardanti i materiali e la rispondenza alle norme costruttive imposte dalla normativa varata in sede di Unione Europea, cui si devono conformare i produttori.

Come scegliere la sdraietta

Come abbiamo ricordato, i prodotti per l’infanzia devono essere scelti con molta accortezza, in particolare senza guardare troppo alla possibilità di risparmiare. Ciò non vuol dire naturalmente che non si deve guardare il prezzo dei modelli in commercio, bensì che è possibile risparmiare senza dover sacrificare eccessivamente la qualità, ovvero conseguendo un notevole rapporto tra essa e il prezzo di vendita.
Una verità lampante in un momento in cui alle tradizionali rivendite dedicate all’infanzia disseminate lungo il territorio peninsulare si vanno ad affiancare i siti di commercio elettronico. La multicanalità va ovviamente a riflettersi sugli stessi prezzi di vendita, innescando una corsa alla concorrenza che va a tutto vantaggio dei consumatori.
A patto di essere informati nella maniera migliore, compito cui possono provvedere i tanti siti online dedicati a questo particolare comparto. Come fa in effetti dondoliniesdraiette.it, ormai diventato un vero e proprio punto di riferimento per i genitori alla ricerca di prodotti di qualità per i propri figli.