Vaporiera in bamboo

di | 4 marzo 2019

Gli asiatici la utilizzano da secoli per le loro ricette e anche nel nostro Paese da qualche tempo ha trovato spazio tra i nostri utensili da cucina: stiamo parlando della vaporiera di bamboo.

Usare la vaporiera di bamboo per cucinare al vapore gli alimenti è molto semplice, ma richiede alcuni piccoli ed essenziali accorgimenti, soprattutto per quanto concerne la sua pulizia e la sua manutenzione.
In questo articolo li scopriamo insieme, così da avere gli strumenti per scegliere la miglior vaporiera.

Una tecnica di cottura millenaria: la vaporiera in bambù

La cottura al vapore ha origini nell’Antico Oriente ed è il modo migliore per portare in tavola pietanze sane e leggere.
La cottura a vapore nel cestello di legno è altamente genuina ed è la più adatta per la preparazione di verdure e pesce; si possono tuttavia cucinare anche altre pietanze, come i caratteristici ravioli al vapore cinesi.
Nella vaporiera in bambù la cottura avviene a bassa temperatura e per lungo tempo.
All’interno del suo cestello il grado di calore è sempre inferiore ai 100 °C, il che permette di preservare tutte le proprietà delle pietanze.

Come utilizzare la vaporiera di bambù

L’utilizzo della vaporiera di bambù è davvero molto semplice; qualsiasi tipo d’ingrediente desideriamo cuocere la modalità sarà similare.

Ecco di seguito alcune semplici istruzioni per il suo utilizzo.

  • Per cucinare affidandoci al cestello di bamboo dobbiamo innanzitutto scegliere una pentola di pari diametro pari a quello della vaporiera, in modo tale che questa possa essere collocata alla perfezione al suo interno.
  • Adagiamo sul fondo della vaporiera di bambù delle foglie di verza o insalata per proteggere il legno e fare in modo che il cibo non attacchi. In alternativa può andare bene anche della semplice carta forno.
  • Adagiamo a questo punto i cibi da cuocere e copriamo con il cestello. Attenzione: i condimenti vanno aggiunti solo a cottura ultimata.
  • Riempiamo a questo punto una pentola con circa 3-4 dita di acqua: accendiamo il fuoco e facciamo bollire per il tempo necessario. Anzichè l’acqua,  possiamo usare del brodo vegetale per dare maggiore sapore ai cibi.

Vaporiera in bamboo: acquisto e manutenzione

Le vaporiere in bambù sono assai diffuse e sono reperibili, in diversi formati, nei negozi di casalinghi, negli ipermercati e, ovviamente, online.

La manutenzione della vaporiera in bambù è un capitolo assai importante: possiamo usare dell’acqua, e un po’ di aceto o di bicarbonato di sodio. La vaporiera deve essere lavata dopo ogni utilizzo e riposta in un luogo asciutto, lontano dall’umidità.
E’ assolutamente sconsigliato l’uso di detersivi, così come il lavaggio in lavastoviglie: entrambi potrebbero rovinare la fibra di legno di cui l’utensile è costituito.